Motori di Ricerca e Web Directory

Scritto da Gianluca in Web News



I motori di ricerca (in inglese: search engine) sono lo strumento per reperire più facilmente e più in fretta le informazioni su internet sebbene, date le dimensioni, è sempre più difficile trovarle e quindi, la loro catalogazione è più difficoltosa.

Negli ultimi anni, però, i motori di ricerca hanno “imparato” a dare una valutazione sull’importanza delle pagine in maniera da evitare di restituire risultati poco importanti per l’utente.

Motori di ricercaIn chiave generale, i motori di ricerca sono dei grandi archivi di dati, che contengono delle informazioni dettagliate su un gran numero di pagine web. I motori di ricerca sono, senza ombra di dubbio, il punto di partenza del navigatore che cerca qualcosa sul web; essi rispondono ad una query (domanda), che restituisce una lista di siti, chiamta SERP (dall’inglese inglese: Search Engine Report Page) che sono l’elaborazione delle parole chiave immesse; queste parole vengono sottoposte ad un algoritmo, che cambia da motore a motore; la lista, inoltre, può essere ordinata in base all’importanza che il motore dà ad un sito: questa fase viene definita ranking ed è alla base del successo di un motore di ricerca.

Da qui una prima precisazione: nei motori di ricerca sono memorizzati i singoli documenti che compongono un sito web, ed è quindi possibile che un determinato sito web sia riportato numerose volte, in relazione al numero di pagine di cui si compone. L’inserimento delle pagine web negli archivi dei motori di ricerca, può avvenire in due modi: sia attraverso la registrazione manuale da parte dell’utente (ad esempio il responsabile del sito o chi si occupa della sua promozione), sia in modo automatico attraverso un particolare software che riesce a visitare milioni di siti web al giorno, inserendo le nuove pagine ed aggiornando le informazioni su quelle già censite.

Il motore di ricerca più popolare è indubbiamente Google, ai primi posti tra i siti web più visitati ed in “eterna” competizione con Yahoo! che però, in realtà, non è solo un vero e proprio motore di ricerca ma anche una web directory, ossia un elenco di siti web (e quindi non di singole pagine) suddiviso per argomento. A differenza dei motori di ricerca veri e propri, che scandagliano il web per aggiornare i loro archivi, le web directory (inclusa quella di Yahoo!) classificano solo i siti segnalati manualmente da parte dell’utente e la strutturazione dei siti all’interno di queste web directory avviene attraverso delle categorie organizzate ad albero. Differente è invece il funzionamento che sta alla base degli altri motori di ricerca: questi censiscono i siti web in base alla rilevanza delle parole contenute in ogni pagina del sito, evidenziando quelle riportate più spesso, che si presume rappresentino l’argomento principale della pagina stessa; per fare questo i motori di ricerca, oltre ad inserire i siti segnalati dagli utenti, scandagliano continuamente l’intero web attraverso degli specifici software (i cosiddetti spider o crawler), acquisendo tutte le pagine non ancora presenti nei loro archivi. Tra i primi ad applicare questa tecnica e tuttora tra i più utilizzati, segnaliamo AOL Search, Ask Jeeves, LookSmart, Lycos, Excite, AltaVista, AlltheWeb, Yahoo! e Google, quest’ultimo ritenuto quello con la miglior base tecnologica anche oggi. Da evidenziare, Windows Live Search, il servizio di ricerca della Microsoft e Dmoz (Open Directory), una directory sviluppata e portata avanti da editori volontari; con particolare riferimento all’Italia, vanno ricordati i principali motori di ricerca nazionali, tra cui spicca indubbiamente Virgilio, a cui si si è aggiunto IlTrovatore.

Negli ultimi anni i motori hanno migliorato costantemente sia la qualità delle risposte fornite, sia la forma con la quale queste risposte vengono fornite; ad esempio. Google quando riceve una query cerca di visualizzare vari tipi di documenti ( blog, video, immagini, pdf, news ecc ); inoltre, tutti i motori di ricerca utilizzando alcune features per poter restituire risposte sempre meglio rispondenti alla query dell’utente e sempre più di migliore qualità.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Gianluca

Appassionato di informatica fin da piccolo, sono uno dei fondatori di Zaniah. Attualmente, oltre ad amministrare l'azienda, mi occupo di sviluppo web e search engine marketing (SEM).

Nessun commento


Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Zaniah.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Zaniah.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.