Wi-Fi in cima alla richieste dei viaggiatori

Scritto da Teresa in Web News



Dati tratti dall’indice di soddisfazione degli ospiti d’hotel 2010, che si basa sulle interviste di circa 53.000 ospiti che hanno soggiornato in un hotel tra Maggio 2009 e Giugno 2010.

In un mondo sempre più digitalizzato, i viaggiatori desiderano che la connessione ad internet continui ad essere forte anche durante la loro vacanza.
Sia che si tratti di collegare un dispositivo mobile o un iPad al Wi-Fi o di collegare un computer portatile per accedere a documenti di lavoro, i viaggiatori, indicano che tra i servizi di un hotel, il più importante è l’accesso wireless a Internet. Questa è stata la risposta di quasi tutti i segmenti intervistati, ad l’eccezione del segmento medio per il quale il servizio più importante rimane la colazione.

Nell’indice di soddisfazione degli ospiti di hotel del D. Power and Associates 2010 North America, il 77% dei clienti indica che la connessione internet usata in camera è Wi-Fi, rispetto ad appena il 55% nel 2007.
Circa il 55% degli intervistati ha poi dichiarato di aver soggiornato in un hotel la cui catena pubblicizzava  il collegamento internet gratuito.
Tra le catene che non offrono questo servizio è stato rilevato che il costo medio che un ospite deve sostenere per effettuare una connessione ad internet varia da 4.95 $ fino a 20 $ per un periodo di 24 ore.
L’offerta di connessione gratuita varia notevolmente per segmento. Mentre è limitata nei segmenti ricettivi di lusso e di alto livello, tra la maggior parte delle catene che offrono un servizio medio, l’accesso ad internet è incluso nelle loro tariffe.

In questo studio, inoltre, è stato rilevato come gli hotel riscontrino grosse difficoltà nel garantire una connessione ad alta velocità, oltre che ad una buona copertura su tutta l’estensione della proprietà.
I problemi sono ancora maggiori quando il cliente paga per accedere ad Internet, in quanto le aspettative sono molto più elevate rispetto di quando internet è gratuito.
Con l’ampia disponibilità di Internet e Wi-Fi  diffusa ovunque, in uno Starbucks, McDonald’s, perfino da Denny’s, può apparire disdicevole o alquanto imprudente la tassa per Internet, ma si tratta ancora di un flusso di entrate importante per i segmenti alti e lussuosi.

Tuttavia, solo il tempo ci dirà se gli ospiti inizieranno a non frequentare più i luoghi in cui non c’è connessione internet. Magari in futuro gli ospiti, sceglieranno un altro brand proprio perché la connessione è gratis. Ad ogni modo, il costo della connessione è stato messo troppo al centro dell’attenzione, le sensazioni e il senso di benessere  che un ospite prova verso un determinato brand non devono essere trascurate.

Data l’economia, è comprensibile che gli albergatori cerchino di mantenere aperti  più flussi di entrate possibile. Tuttavia, il tempo ci dirà, se Internet potrà continuare a rimanere un flusso di entrate per i segmenti di lusso, quando sarà disponibile gratuitamente quasi ovunque. E’ possibile che gli ospiti vadano contro un determinato marchio che chiede un pagamento extra per la connessione ad internet?
Sarà affascinante vedere come si evolverà la faccenda!

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Teresa

Co-fondatrice di Zaniah, sono responsabile dell'assistenza clienti, delle pubbliche relazioni e delle risorse umane. Mi occupo inoltre di Web Design e Web Marketing. Ma la mia missione è quella di far sentire i nostri clienti sereni, di conquistare giorno dopo giorno la loro fiducia e di essere sempre presente per trovare insieme le migliori soluzioni ad ogni necessità.

Nessun commento


Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Zaniah.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Zaniah.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.