Internet Marketing per gli Hotel

Scritto da Gianluca in Web News



Di seguito pubblichiamo un articolo che reassume i risultati di un sondaggio relativo alle tendenze del marketing on-line per il settore dell’ospitalità.

Lo scopo del sondaggio è stato quello di valutare le priorità e le strategie di marketing degli albergatori per il 2009 al fine di valutare come le strategie di marketing per questo settore si stanno sviluppando.

Le domande più frequenti riguardano le modalità con cui gli albergatori stanno spendendo il proprio budget per la pubblicità on-line e se si stanno attuando iniziative rivolte al Web 2.0 e in particolare ai social network.

L’indagine ha coinvolto esperti a livello mondiale di cui quasi la metà degli intervistati provenienti da Stati Uniti e Europa occidentale.

Tutte le categorie del settore sono state rappresentate in questa indagine, compresi i boutique hotel, alberghi di alto livello, le grandi catene alberghiere, villaggi turistici, società di gestione di hotel.

I principali risultati dell’indagine:

1) Gli albergatori sono fermamente convinti che l’Internet marketing produca i migliori risultati in assoluto.
Il 55,7% degli intervistati ha dichiarato che l’internet marketing produce migliori risultati rispetto al marketing tradizionale rispetto al 49,2% del 2008 e al 37,7 del 2007.
Gli albergatori sono il target giusto così come il canale on-line è l’unico canale in crescita per l’ ospitalità nel 2009-2010.
2) Nonostante la difficile situazione economica, il 63% prevede di aumentare il proprio budget per l’Internet marketing per il 2009 e la maggioranza sta progettando di incrementare del 15% il proprio business on-line. Una grande percentuale degli intervistati quest’anno (33%) cercherà di mantenere il proprio bilancio ai livelli del 2008.
3) Da dove proviene il denaro che gli albergatori stanno investendo nel loro bilancio di internet marketing?
Il 53% degli intervistati ha dichiarato di aver trasferito parte del denaro stanziato per il marketing offline.
4) Nell’indagine è stato introdotto il fattore economico tra le varie opzioni di risposta per la domanda “Quali fattori hanno influito per lo stanziamento budget del 2009”. Non sorprende che l’81,6% degli intervistati ha dichiarato che l’economia ha influenzato la loro programmazione di bilancio per 2009.
tripadvisor5) Le tipologie di iniziative di marketing Web 2.0 previste per il 2009 variano notevolmente rispetto al 2007 e al 2008. Negli anni precedenti, infatti, gli albergatori stavano solo pianificando le iniziative rivolte al Web 2.0. Questo anno, hanno chiaramente indicato la pubblicità sui siti di Social Media (cioè TripAdvisor), la creazione di profili su reti sociali e un blog nel sito.
6) Quasi la metà degli intervistati ritiene che le proprie strutture non siano conformi in termini di marketing alle migliori pratiche del settore.
Mentre gli albergatori sono sempre più istruiti sul canale diretto on-line, molti di loro non hanno le risorse interne, la larghezza di banda o di conoscenze adatte per affrontare efficacemente questo settore altamente dinamico.
7) Quest’anno, la stragrande maggioranza ritiene l’ottimizzazione del sito generi migliori risultati e ROI più elevato (81,6%). Il posizionamento organico viene indicato subito dopo con il 60,9% delle risposte. Infatti, sia il posizionamento organico per i motori di ricerca che l’ottimizzazione del sito web sono le iniziative più efficaci per albergatori in questa difficile economia.

La percentuale degli albergatori che hanno investito sulle richieste a pagamento è aumentata del quasi 10% rispetto al 2008. L’uso delle chiavi di ricerca, anche locale è in aumento, anno dopo anno. Anche per l’uso di ricerche a pagamento sul Web 2.0 (ad esempio TripAdvisor) sono stati pianificati migliaia di dollari da investire. Queste risposte mostrano che gli albergatori sono a conoscenza del fatto il 60% -80% del traffico e delle prenotazioni alberghiere sui siti web proviene dai motori di ricerca.

Da dove proviene il business dell’Hotel?

Negli ultimi 3 anni gli intervistati hanno affermato che la maggior parte delle loro attività deriva dal canale diretto on-line, grazie anche hai dati rilevati dagli strumenti di analisi on-line.
Nel 2009, oltre il 55% di tutte le prenotazioni di viaggio e fino al 40% di tutte le prenotazioni in albergo, nel Nord America, saranno generate da Internet che rappresenta una crescita a due zeri rispetto al 2008.
Almeno un altro terzo delle prenotazioni degli hotel sarà direttamente influenzato da ricerche on-line. Oltre il 65% delle prenotazioni alberghiere verrà dal canale diretto on-line (76% per le grandi catene alberghiere).

ExpediaTuttavia, i risultati del 2009 mostrano anche che le prenotazioni effettuate tramite agenzie di viaggio online (OTAs) sono aumentate dal 19 al 21% rispetto al 2008. Ciò è dovuto alla situazione economica che molti stanno attraversando. Gli albergatori sembrano essere preoccupati per i tassi di occupazione più bassi e dunque stanno fornendo un numero sempre maggiore di camere alle agenzie. Ma gli albergatori ignorano, che anche le OTAs sono state colpite dal calo della domanda di viaggio (Es: Expedia ha riportato un calo del 7% delle entrate nel 4 ° trimestre 2008) e quindi possono aiutarli ben poco.

Pertanto, l’unica vera crescita tra il 2009-2010 sarà dovuta ad una maggiore esposizione al canale diretto on-line, attraverso la quale gli albergatori potranno superare la concorrenza e conquistare nuove quote di mercato.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Gianluca

Appassionato di informatica fin da piccolo, sono uno dei fondatori di Zaniah. Attualmente, oltre ad amministrare l'azienda, mi occupo di sviluppo web e search engine marketing (SEM).

Nessun commento


Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Zaniah.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Zaniah.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.