Come scegliere un nome dominio

Scritto da Gianluca in Guide



La scelta del nome a dominio è uno step importante nel processo di lancio della propria attività online. È la prima cosa da fare, ti consiglio non prendere questo passaggio troppo alla leggera.

Per scegliere il giusto nome per il tuo dominio, devi prendere in considerazione alcuni importanti fattori.

Un nome dominio deve essere:

  • Facile da pronunciare e da ricordare: più il tuo nome dominio sarà facile da scrivere, più sarà facile da ricordare. Questo eviterà che i tuoi potenziali clienti si trovino su un altro sito ed agevolerà anche il “passaparola”.
  • Unico: Il nome del tuo dominio deve essere unico per non rischiare di essere confusi con altri marchi in rete.
  • Corto: Cerca di trovare un nome dominio abbastanza corto, di massimo 10 lettere circa.
  • Il dominio deve rispettare il “core business” dell’azienda.
  • Il nome del dominio può agevolare il tuo posizionamento su Google, certo questo non è l’unico fattore determinante, ma può funzionare per alcuni siti.

Prossimo step, la scelta dell’estensione

Personalmente suggerisco di registrare un .com per indicare che la tua azienda ha scopi commerciali e perché le pratiche di registrazione e trasferimento sono più semplici e veloci.

Ma ecco la definizione delle principali estensioni:

.com È l’estensione più usata e più conosciuta, creata nel 1985 è destinata a rappresentare aziende commerciali. Ma, siccome non ci sono più restrizioni, chiunque oggi può registrare un nome dominio con estensione .com, sia siti commerciali che non.

La creazione dell’estensione .com è coinciso con la divulgazione di massa di internet, per questo è molto popolare su internet e, purtroppo, raramente si trova il nome dominio che ci interessa.

.it La registrazione di questi domini è permessa a privati, aziende e organizzazioni con residenza in uno stato dell’Unione Europea, previo invio di una richiesta ad un Registrar accreditato dal Registro italiano.

Questo tipo di estensione è consigliata a chi vuole marcare l’identità italiana o il collegamento con l’Italia.

.org Riconosciuta su internet come simbolo di fiducia, utilizzando da aziende e privati per promuovere, solitamente, cause sociali e/o politiche. Una società che utilizza per il suo sito l’estensione .com può utilizzare un dominio .org per un sito che serva a comunicare i suoi valori sociali, le sponsorizzazioni, i patrocini, ecc.

Ad esempio, per le associazioni senza scopo di lucro, le fondazioni, i gruppi di volontariato, ecc.. consiglio di utilizzare l’estensione .org

.net Questa estensione è l’abbreviazione della parola “Network” (Rete). In origine era destinato all’utilizzo da parte di fornitori di rete e servizi internet. Spesso il .net è utilizzato come seconda opzione dopo il .com, quando quest’ultimo non è disponibile.

Per quanti non lo sapessero per nome dominio si intende quella parte di indirizzo web compresa tra il www e l’estensione (ovvero .it, .com, ecc).

Un ultimo consiglio: registra il tuo dominio (se possibile) con più di un’estensione. Perché può essere una salvaguardia in più per il tuo marchio ed affinché non vi sia nessun altro che possa recriminare qualcosa sul tuo nome dominio.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Gianluca

Appassionato di informatica fin da piccolo, sono uno dei fondatori di Zaniah. Attualmente, oltre ad amministrare l'azienda, mi occupo di sviluppo web e search engine marketing (SEM).

10 commenti


  • Lello il 1 giugno 2012 scrive:

    I tuoi consigli su come scegliere un nome di Dominio sono molto utili.



    • Gianluca il 1 giugno 2012 scrive:

      Grazie dell’apprezzamento Lello, felice di esserti stato di aiuto.



  • Mariella il 8 aprile 2015 scrive:

    Ciao Gianluca,
    io aggiungerei anche la scelta dell’hosting, come fattore importante.
    Quando si decide di effettuare la registrazione di un dominio, sicuramente si saprà cosa caricare su quell’hosting (WordPress, Joomla o altro).
    Penso sia un fattore importante visto che si deve scegliere un provider veloce, affidabile e performante.



    • Gianluca il 20 aprile 2015 scrive:

      Ciao Mariella, si la scelta dell’hosting è sicuramente un fattore importante ma, a mio avviso, per nulla attinente con questo articolo.

      A me sembra che il tuo commento abbia il solo scopo di accaparrarti un back link al tuo sito di rivendita hosting. Ed è per questo che ho tolto il link.



      • Mariella il 21 aprile 2015 scrive:

        Ciao Gianluca,
        grazie della risposta.
        Non volevo “accaparrarmi il link”, anche perchè non era mia intenzione.

        Tuttavia ritengo che la scelta del dominio sia assolutamente in linea con l’articolo, poichè sono convinta che sia il passo da adottare in simbiosi con la scelta di quale dominio si debba registrare.

        Mi spiace averti dato questa impressione e se vuoi non commento più.

        Non ho messo il link questa volta, così sei certo della situazione.



        • Gianluca il 22 aprile 2015 scrive:

          Mariella, permettimi di dissentire: il fatto che due persone (tu e Paride) abbiate inviato lo stesso identico commento, dallo stesso indirizzo IP con lo stesso link in firma ma con due nomi e due indirizzi di posta elettronica diversi, a mio avviso, prova il fatto che il vostro unico scopo fosse di, come dici tu, “accaparrarvi il link”.

          Poi, per tornare nel merito del commento, il nome dominio non è strettamente collegato all’hosting. Secondo me la scelta dell’hosting è da considerarsi argomento separato che meriterebbe perlomeno un articolo dedicato per discuterne.

          Siccome il titolo dell’articolo è “Come scegliere un nome dominio”, la mia convinzione è che i vostri due commenti duplicati non siano per nulla utili a chi cerca suggerimenti sulla scelta del dominio.

          Infine, se ti va di continuare a commentare gli articoli presenti su questo blog sei liberissima di farlo, e non sarò certo io a vietartelo. Però ti chiedo cortesemente di attenerti al tema dell’articolo che intendi commentare e di non riportare l’argomento su un altro tema più “vicino” al tuo link in firma.



          • Mariella il 22 aprile 2015 scrive:

            Perdonami, ma non so chi sia Paride e nemmeno come sia possibile che abbia utilizzato il mio stesso commento ne, tanto meno, come sia possibile che abbia il mio stesso ip.

            Ripeto, non vi era alcuna intenzione.
            Credo che la scelta di un hosting sia determinante per vari motivi, non ultimo se si tratta di un registrar autorizzato e se non ti crea problemi con eventuali cambi.
            Non parlo di scelta hosting fine a se stessa, ma di scelta in relazione al dominio.

            La mia intenzione era solo di contribuire.

            Tutto qui.

            Ti ringrazio per il chiarimento e buon lavoro.



            • Gianluca il 22 aprile 2015 scrive:

              Magari non lo conosci perché forse Paride è un nome inventato. Utilizzato per commentare nei blog di settore e piazzare backlink al vostro servizio di rivendita hosting.

              Lo stesso ip vuol dire che i due commenti sono arrivati dallo stesso pc o, perlomeno, dallo stesso ufficio. Per questioni di privacy evito di pubblicare i due commenti (con relative email) che mi sono arrivati, ma ti assicuro che gli ip sono gli stessi.

              Quindi puoi insistere quanto vuoi, ma resti poco credibile.

              Tra l’altro, cercando in rete la mail di questo fantomatico Paride ho trovato un altro suo commento, simile a questi due che sono arrivati su questo mio articolo e, guarda caso, anche li c’è un link che punta al vostro sito di rivendita hosting: http://guidadomini.blogspot.it/2008/09/10-consigli-per-scegliere-un-nome-di.html.

              Adesso voglio proprio vedere se continuerai ad ostinarti a negare l’evidenza.



              • Mariella il 23 aprile 2015 scrive:

                Ti ringrazio.
                Mi hai, forse involontariamente, fatto capire una cosa che non avevo notato.

                Scusami per il tempo che ti ho fatto perdere.

                Saluti



  • Paride il 17 aprile 2015 scrive:

    Ciao Gianluca,
    io aggiungerei anche la scelta dell’hosting, come fattore importante.
    Quando si decide di effettuare la registrazione di un dominio, sicuramente si saprà cosa caricare su quell’hosting (WordPress, Joomla o altro).
    Penso sia un fattore importante visto che si deve scegliere un provider veloce, affidabile e performante.



Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Zaniah.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Zaniah.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.