Come proteggere la propria privacy su Facebook

Scritto da Gianluca in Guide



Una delle questioni che più fanno discutere giornalisti, operatori del settore e gli utenti stessi dei social network sono le impostazioni riguardanti la privacy, in particolar modo per quanto concerne Facebook. Se determinate impostazioni non sono configurabili dall’utente e vanno accettate così come sono, ce ne sono comunque altre in grado di regolare al meglio l’uso che l’utente fa del social network più diffuso d’Italia.

Ecco, quindi, 6 consigli per proteggere la propria privacy su Facebook e stare più tranquilli:

  • Organizzare i propri amici in liste. Per creare una lista, basta semplicemente cliccare qui, dare un nome alla lista e scegliere chi ne farà parte. Un esempio? Nome della lista Untrusted e vi inseriamo una serie di persone che non vogliamo vedano determinati nostri aggiornamenti, foto o altro.
  • Ora, per accedere alle impostazioni della propria privacy su Facebook basta cliccare sulla freccia, in alto a destra, accanto alla voce “Home” e, susseguentemente, fare clic su “impostazioni della privacy”.
  • Giunti all’interno della pagina della privacy e cliccando su “Personalizzata” si può scegliere a chi rendere visibili i nostri contenuti, ma quel che c’interessa è a chi non renderli visibili, ed è proprio lì che inseriremo il nome della nostra lista: Untrusted.
  • A questo punto, portandoti alla voce “Diario e aggiunta di tag” potrai scegliere, ad esempio, chi potrà vedere cosa gli altri pubblicano sul tuo diario o le foto in cui sei taggato. Impostando “Personalizzata” farai in modo che tutti vedranno queste cose, tranne quelli nella lista Untrusted. Sempre dallo stesso menu puoi controllare ogni foto, scegliendo di approvare ogni tag e disattivare il riconoscimento automatico del volto.
  • Ulteriori impostazioni della privacy possono essere modificate alla voce “Connessione da parte tua”, dove è possibile decidere chi può cercarci usando il nome, telefono o mail, ma è anche possibile scegliere chi può scriverci o inviarci richieste d’amicizia.
  • Ultimo ed importante punto riguarda i motori di ricerca. Ormai capita sempre più spesso di cercare il nome di una persona su google e ritrovarsi tra i primi risultati dei profili Facebook. Se desiderate che ciò non accada anche a voi, spostatevi alla voce “Inserzioni, applicazioni e siti Web” e successivamente in “Ricerca Pubblica”, da lì deselezionare l’opzione che ci interessa (già deselezionata nel caso in cui si sia reso il proprio diario solo agli amici o agli “amici degli amici” al punto precedente).

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Gianluca

Appassionato di informatica fin da piccolo, sono uno dei fondatori di Zaniah. Attualmente, oltre ad amministrare l'azienda, mi occupo di sviluppo web e search engine marketing (SEM).

2 commenti


  • Enrico Giammarco il 27 ottobre 2012 scrive:

    Sono tutti consigli utili, soprattutto per una piattaforma social “difettosa” come Facebook, che dal punto di vista delle impostazioni e della privacy è storicamente sempre stata un po’ farraginosa.



    • Marco il 7 novembre 2012 scrive:

      Grazie, nella stesura dell’articolo pensavo proprio a come poter aiutare gli utenti a porre rimedio alle falle che indubbiamente affliggono Facebook sotto il punto di vista della tutela della privacy.



Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Zaniah.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Zaniah.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.