Twitter: gli errori da evitare

Scritto da Gianluca in Guide



Twitter gli errori da evitare

Twitter, se utilizzato bene, può tramutarsi in un ottimo canale di marketing per le aziende; purtroppo, però, molte di esse non hanno ben capito come utilizzare questo Social Network rovinando l’esperienza di molti utenti, oltre che la propria immagine online.

Di seguito riporto quelli che a mio avviso sono i 7 principali errori da evitare su Twitter.

  1. Abuso di hashtags
    Quante volte hai visualizzato un messaggio del tipo: “#oro #anello, seguire #NomeNegozio #marca. #gioielli?” Questo è il modo peggiore di rendere visibile un messaggio su Twitter. Fa veramente molto male all’occhio umano leggere tutti quegli e cercare di comprendere il messaggio. La cosa migliore è cercare di innovare il proprio messaggio (magari dedicando un po di tempo in più per scriverlo), ed utilizzare al massimo 2 hashtags in ogni tweet.
  2. Acquisto di follower
    L’acquisto di follower su Twitter è un argomento parecchio in voga negli ultimi tempi. Molte aziende ricorrono a questa tecnica, al fine di trasmettere il messaggio che loro sono “popolari“. Ma che si dimentica che i falsi follower non valgono praticamente nulla. Esistono vari strumenti online (come StatusPeople) capaci di identificare il numero di account falsi presenti su Twitter. Con il passare del tempo gli utenti reali si accorgeranno presto dell’inganno e si rifiuteranno di entrare in contatto con l’azienda. A volte anche Twitter piomba su tali account fasulli con un conseguente improvviso calo nel numero di follower. Il mio consiglio è di evitare assolutamente di acquistare follower su Twitter, ma impegnarsi a dialogare con i propri follower (anche se inizialmente sono pochi) e costruire la propria comunità di follower organicamente.
  3. Auto-promozione
    Un’azienda, per promuoversi, ha la necessità di condividere il proprio messaggio e per farlo con soli 140 caratteri deve inevitabilmente utilizzare parecchia creatività. Ma se l’azienda che vuole promuoversi su Twitter parla sempre di se stessa, senza offrire nessun altro spunto o contenuto utile e senza dialogare con i propri follower, di sicuro non raggiungerà grossi risultati.
  4. Non rispondere o cancellare i commenti negativi
    Uno dei più grandi errori che si possono commettere su Twitter è quello di non rispondere ai propri follower o, peggio ancora, eliminare i commenti negativi. Queste azioni, infatti, avranno come diretta conseguenza quella di generare un parere negativo riguardo la vostra azienda. La vera essenza di Twitter (come anche quella degli altri Social Network più in generale) è “essere social” e di impegnarsi con i propri follower. Gestisci i commenti negativi con tatto ed evita di scrivere qualcosa di dispregiativo che riguardi i follower autori dei commenti negativi.
  5. Non impostare l’avatar
    Questo sembrerebbe un consiglio scontato, ma ci sono molte aziende che aprono un account su Twitter e non si preoccupano minimamente di caricare il proprio logo aziendale come avatar, ma lasciamo il classico “uovo“. Quindi, subito dopo esserti registrato su Twitter ricorda di cambiare l’immagine del profilo.
  6. Non compilare la biografia
    La biografia è quell’area di testo presente nel profilo di Twitter che andrebbe compilata per presentarsi ai potenziali follower. Non compilarla è un grave errore perchè una biografia vuota non da nessuna immagine di te o dell’azienda che rappresenti. Il mio consiglio è quello di spendere un po di tempo per scrivere una buona biografia che rappresenti al meglio l’azienda che intendi promuovere su Twitter, sarà tempo speso bene.
  7. Chiedere un ReTweet ai propri Follower
    Il ReTweet (o semplicemente RT) consiste nel ripresentare un determinato Tweet ai propri follower. Più RT riceve un tweet, più diventa virale e, di conseguenza, popolare. Non c’è errore più antipatico e fastidioso di quello di chiedere un RT dei propri contenuti. Se un tuo followers è veramente interessato ai contenuti che condividi, effettuerà da solo il RT senza chetu glielo chieda.

E tu che ne pensi? Sei a conoscenza di altri errori che si commettono su Twitter?

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Gianluca

Appassionato di informatica fin da piccolo, sono uno dei fondatori di Zaniah. Attualmente, oltre ad amministrare l'azienda, mi occupo di sviluppo web e search engine marketing (SEM).

Nessun commento


Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Zaniah.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Zaniah.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.