Widget di TripAdvisor e delle OTA sul proprio Sito

Scritto da Teresa in Web News



Widget Ota

Sento sempre più spesso albergatori lamentarsi perchè le OTA occupano fino al 90% della loro occupazione durante l’anno, in cambio di alte percentuali (ovviamente se lo facessero gratis sfiderei chiunque a lamentarsi).

Ebbene ho notato che, nel settore turistico online, è sempre più in voga mettere sul sito dell’hotel un banner / widget di un premio / riconoscimento, con un link alla pagina della struttura su TripAdvisor o sulla pagina della struttura sui portali di prenotazione online (dove spesso non è neanche presente lo stesso certificato, vedi Venere).

Dopo un’approfondita valutazione, sono giunta alla conclusione che questo tipo di attività è altamente controproducente. Vediamo nel dettaglio il perché di queste considerazioni.

Hai visitato la tua pagina su TripAdvisor, Venere, Booking.com ecc.. ultimamente? Hai notato che la pagina di TripAdvisor è piena di pubblicità delle principali OTA, degli hotel di zona e di molti altri competitors? Addirittura si aprono delle finestre (Pop Up) con pubblicità esplicite ad altre strutture ricettive.

Hai notato che su Venere c’è un elenco in fondo alla tua pagina di altri hotel, intitolato “Le persone che hanno consultato la pagina di questo hotel hanno visto anche questi hotel”, hai fatto caso che, all’utente che non trova disponibilità nella tua struttura su Booking.com, vengono proposte altre strutture “simili”?

In breve, quando aggiungi sul sito del tuo hotel un link a TripAdvisor ed ai portali di prenotazione, non fai altro che incoraggiare il tuo potenziale cliente a prenotare attraverso le OTA, o addirittura scegliere di soggiornare presso un altro hotel.

Ora, è giunto il momento di svelare l’arcano mistero: perché TripAdvisor, Venere, ecc mandano questi premi tanto ambiti? (vi assicuro che, in un modo o nell’altro, riescono a mandarli a tutti!)

Bé la risposta è semplice: un link al sito, oggi come oggi, è “oro colato” perché, oltre a generare traffico, aiuta il posizionamento organico. In parole povere, più link da altri siti riceve la pagina, più godrà della fiducia di Google. I link in questione, per avere valore, devono essere pertinenti ovvero devono provenire da siti a tema e quale miglior sito a tema se non quello di un hotel?

Ecco perché, ad esempio Venere, nell’email che invia agli albergatori specifica: “Non modificate in alcun modo il codice e non ospitate l’immagine a livello locale. Oppure vi diamo la possibilità di condividerlo sui vostri social network preferiti”.

In conclusione, credo che sia arrivato il momento di ribellarsi al monopolio delle OTA e dei portali di recensioni, diventati ormai a tutti gli effetti portali di prenotazione online e, sopratutto, di smetterla di farsi prendere in giro.

Non ci fanno un favore dandoci questi widget, ricchi premi e cotillons ma, al contrario, siamo noi che agevoliamo il lavoro dei loro addetti al marketing che, con queste attività, si trovano migliaia di link gratis all’anno.

Ora la scelta finale sta a te albergatore… Only the brave!

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Teresa

Co-fondatrice di Zaniah, sono responsabile dell'assistenza clienti, delle pubbliche relazioni e delle risorse umane. Mi occupo inoltre di Web Design e Web Marketing. Ma la mia missione è quella di far sentire i nostri clienti sereni, di conquistare giorno dopo giorno la loro fiducia e di essere sempre presente per trovare insieme le migliori soluzioni ad ogni necessità.

Nessun commento


Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Zaniah.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Zaniah.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.