Google Panda 4.0: il nuovo algoritmo che premia i contenuti di più alta qualità

Scritto da Teresa in Web News



Google Panda 4.0

Il web è, lo sappiamo bene, una vera e propria giungla e riuscire a rientrare nelle prime posizioni di Google è per molte realtà un’impresa impossibile da raggiungere. Google però nei mesi scorsi aveva affermato che le realtà che avevano seguito con attenzione i suoi suggerimenti ed i suoi moniti non si sarebbero dovute scoraggiare, avrebbero infatti visto nel giro di poco tempo tutti i loro sforzi finalmente ripagati. E così è stato effettivamente, da qualche giorno infatti si notano dei cambiamenti intensi a livello delle risposte del famoso motore di ricerca.

Che cosa è cambiato? È arrivato Google Panda 4.0, la nuova release cioè dell’algoritmo di Google per le ricerche online. Google Panda 4.0 ha come obiettivo quello di contrastare i contenuti web che possono essere definiti inconsistenti, contenuti cioè di pessima qualità che non vanno a rispondere davvero a quelle che sono le esigenze informative del lettore ma che vogliono casomai solo generare traffico.

Grazie a questo nuovo algoritmo Google spera soprattutto di riuscire ad eliminare alla radice finalmente l’annoso problema del copia e incolla e delle pagine duplicate dando giustizia quindi solo ai contenuti davvero unici ed originali, una promessa questa che era stata fatta da tempo e che finalmente è stata mantenuta. Google spera inoltre di rendere le pagine web meno ricche di pubblicità, più adatte insomma al lettore.

A seguito di questo importante cambiamento a perdere punti sono stati soprattutto i grandi siti internet che da sempre sfruttano per il loro sostentamento notizie che provengono esclusivamente da fonti esterne. Ricordiamo ad esempio i siti internet che si occupano di coupon, i siti di notizie di gossip, i market place e anche ovviamente gli ormai famosi siti di comparazione dei prezzi. Tutte queste realtà dovranno rivedere i loro contenuti se desiderano tornare nelle prime posizioni dei risultati di ricerca di Google.

Capite bene che l’arrivo della quarta versione di Google Panda non deve essere visto necessariamente come un dato negativo. Coloro che infatti non hanno niente da nascondere, coloro che creano contenuti originali e di alta qualità, non hanno niente da temere e possono anzi sperare che questa novità porti giovamento al loro traffico e alla loro presenza online.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Teresa

Co-fondatrice di Zaniah, sono responsabile dell'assistenza clienti, delle pubbliche relazioni e delle risorse umane. Mi occupo inoltre di Web Design e Web Marketing. Ma la mia missione è quella di far sentire i nostri clienti sereni, di conquistare giorno dopo giorno la loro fiducia e di essere sempre presente per trovare insieme le migliori soluzioni ad ogni necessità.

Nessun commento


Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Zaniah.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Zaniah.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.