Google lancia Chrome 2.0

Scritto da Gianluca in Web News



Dopo un beta testing durato quasi tre mesi, la scorsa settimana Google ha lanciato ufficialmente la versione 2.0 del suo giovanissimo web browser Chrome, in sostituzione della versione 1.0.

La versione di Chrome 2.0 rilasciata come stabile è la 2.0.172.28, mentre la versione build più recente, che è disponibile sul canale sviluppatori, è la 2.0.181.1. Chi ha già installato Chrome sul suo pc non dovrà fare nulla per aggiornare il browser, infatti Chrome scarica e installa automaticamente gli update. Tutti coloro che, invece, non lo possiedono ancora possono scaricarne l’ultima versione stabile del browser da qui (disponibile più di 50 lingue, compresa quella italiana).

Le novità introdotte da questa nuova versione non sono per niente rivoluzionarie, ma di sicuro contribuiscono a fare di Google Chrome una valida alternativa a Firefox, Internet Explorer e agli altri client web. Il grosso del lavoro è stato fatto sul motore di rendering WebKit e su quello JavaScript V8, per entrambi sono state raggiunte migliori performance: stando ai test effettuati, questa nuova versione di Chrome è ben 30 per cento più veloce nell’eseguire il codice JavaScript.

Ovviamente la concorrenza non è rimasta a guardare: Apple, Mozilla e Opera stanno lavorando tutte a motori JavaScript di nuova generazione capaci di migliorare di gran lunga le performance dei precedenti.

Oltre alla velocità, Chrome 2 è riuscito a combinare anche un ottimo supporto agli standard w3c; infatti nel test Acid 3 questo browser totalizza un punteggio di 100/100 contro il 93/100 di Firefox 3.5 Beta 4.

Google ha dichiarato che in questa nuova versione di Chrome sono stati corretti circa 300 bug.

Sono state introdotte anche tre nuove funzionalità: la prima è il full screen (che si può attivare con il tasto F11), che fa scomparire del tutto la già poco ingobrante interfaccia di e di visualizzare le pagine Internet a tutto schermo; la seconda è il form autofill (modulo auto completante), e cioè la capacità di “ricordare” il testo inserito dall’utente nelle form, in questo modo la compilazione dei moduli online o l’inserimento di parole chiave nei motori di ricerca sarà molto più veloce (nulla di nuovo: questa funzionalità è già presente nei principali browser web, quindi Chrome non ha fatto altro che adeguarsi); la terza, invece, è la possibilità di rimuovere selettivamente le anteprime delle pagine web che Chrome mostra all’apertura di ogni nuova tab.

Ecco un video (in inglese) che mostra le nuove funzionalità del browser di Google:

Manca ancora il supporto multipiattaforma (infatti Chrome attualmente funziona soltanto su Windows vista e Windows XP), ma il team di sviluppo è già al lavoro su versioni stabili di Chrome per Mac e Linux che dovrebbero essere rilasciate entro la fine del 2009.

Altra bella notizia è che inizia a prendere forma il supporto alle estensioni (una delle caratteristiche principali che hanno reso cfamoso Firefox), potete trovare qui alcuni esempi di add-on.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Gianluca

Appassionato di informatica fin da piccolo, sono uno dei fondatori di Zaniah. Attualmente, oltre ad amministrare l'azienda, mi occupo di sviluppo web e search engine marketing (SEM).

Nessun commento


Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Zaniah.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Zaniah.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.