Flash Seo Friendly?

Scritto da Gianluca in Web News



La tecnologia Flash è molto bella, grazie ad essa si riescono a creare pagine web accattivanti ma, è possibile indicizzare un sito in flash? Un movie in Flash, in sostanza, non contiene testi ma immagini e filmati. I pochi testi sono comunque in forma grafica e risultano, pertanto, leggibili solo all’occhio umano.

Sino a poco tempo fa, nessun motore di ricerca era in grado di leggere il contenuto di una pagina web realizzata con la tecnologia Flash ed indicizzarne le parole presenti: in pratica, le parti in Flash non risultavano affatto alla “vista” degli spider web.

Grazie a recenti accordi con Adobe, attualmente Google è in grado di leggere i link e testi presenti all’interno dei file .swf (ShockWave Flash – Small Web Format). Oggi, in realtà, sono molti i motori di ricerca che hanno la capacità di leggere i testi presenti nelle pagine web in Flash e che li indicizzano.

Esistono parecchi metodi per indicizzare un sito in flash, ma il migliore è sicuramente quello di  creare una versione del sito in html: nella home page del sito si pubblicano le due opzioni di scelta (versione flash e versione html). In questo modo, i motori indicizzeranno direttamente le pagine in html e non ci sarà bisogno di indicizzare quelle in flash; inoltre, ci si potrà rendere conto di quale versione del sito viene preferito dagli stessi utenti (tramite l’analisi delle statistiche). Molti sono convinti che i siti in Flash siano più apprezzati, ma in realtà la stragrande maggioranza degli utenti web “naviga di fretta” e vuole trovare le informazioni che cerca nel minor tempo poassibile, molti ancora hanno la linea analogica tradizionale e non vogliono aspettare il caricamento dell’animazione in Flash.
È per questi motivi che tutti siti per i quali il posizionamento è fondamentale, non dovrebbero essere realizzati in Flash o che abbiano comunque una buona percentuale di contenuti scritti in HTML, affiancabili eventualmente a parti grafiche in Flash (slide di foto o piccole animazioni all’interno di una pagina html).

Fatte queste premesse, possiamo comunque affermare che un sito in Flash può essere ugualmente posizionato con varie tecniche, con l’aggravio del dover essere strutturato in maniera particolare. L’utilizzo di doorway in html può essere un buon metodo per far arrivare gli utenti su un sito in Flash; poi ci sono i frame: se il file in Flash viene inserito in un frame, presente in una pagina html, il tag <noframe> </noframe> può essere utilizzato per inserire del testo e, perché no, dei link; infine ci sono i livelli nascosti tramite l’utilizzo del comando “visibility: hidden;” su un div, in questo modo tutto il testo inserito all’interno di questo div sarà invisibile per il browser dell’utente, mentre verrà letto dai motori di ricerca.

In conclusione: l’indicizzazione dei siti in flash non è più un’utopia, ma attualmente è sicuramente molto più facile e probabile posizionarsi tra i primi risultati delle serp dei motori di ricerca con una pagina in Html piuttosto che in Flash.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Gianluca

Appassionato di informatica fin da piccolo, sono uno dei fondatori di Zaniah. Attualmente, oltre ad amministrare l'azienda, mi occupo di sviluppo web e search engine marketing (SEM).

Nessun commento


Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Zaniah.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Zaniah.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.